Risanamento, ispezioni e no-dig

     

 

Provvediamo al rispristino delle condotte, mediante tecnocologie di Relining o No Dig, che rappresenta una nuova metodologia di riparazione delle condotte sotterranee.

Permette di operare su condotte fognarie ed idriche, evitando i naturali inconvenienti che derivano dall’intervento tradizionale di rispristino: rottura di strade, problemi alla circolazione pedonale e veicolare, ruomori, vibrazioni, sottoservizi non sempre ubicati con sicurezza.

Il metodo del risanamento “no-dig” delle tubazioni sotterranee prevede l’inserimento di una guaina (denominata calza) di fibra di vetro, impregnata con una resina che viene inserita nella condotta, permettendo la ricostruzione ex novo della tubazione.

Il materiale della guaina è costituito in fibra di vetro, consistente in due strati, una parte intrecciata e l’altra lavorata con micro particelle cave. Questa combinazione permette di ottenere una notevole riduzione del peso, inoltre, grazie alla presenza di fibre, viene conferita una buona solidità alla struttura finale e successiva riapertura, tramite robot filoguidato.

Svolgiamo attività di videoispezione, cioè diagnostica delle tubazioni, per una puntuale individuazione delle rotture, perdite ed esatta analisi degli interventi da farsi.